Ciaspe e sci alpinismo

Molti dei sentieri frequentati in estate diventano meta ideale, in inverno, per passeggiate sulla neve con le ciàspe o gli sci d'alpinismo.

Attorno al passo Giau varie sono le suggestive proposte mentre partendo direttamente dal paese di Colle Santa Lucia si possono poi percorrere il tratto che raggiunge il monte Pore e poi Fedare, quello che tocca le postazioni di artiglieria dei Jof de Melei e un tratto di quello tra Belvedere - Colcuc - Larzonei - Forzela.

Itinerari della Grande Guerra

Per commemorare il centenario della Grande Guerra il Garnì Cèsa dele Angele potrà consigliare ai suoi clienti delle escursioni negli spettacolari scenari di una delle più particolari battaglie di posizione di quel conflitto che si svolse nei pressi di Colle Santa Lucia. Tra il 1915 e il 1917 Kaiserjäger austriaci e tedeschi da una parte e Alpini italiani dall'altra si affrontarono duramente, in sanguinose battaglie, fra le locali cime di Civetta, Pelmo, Tofane, Lagazuoi, Marmolada, Col di Lana. Oggi sono molti gli itinerari da percorrere e le iniziative a cui poter partecipare per conoscere meglio questo triste capitolo della storia italiana e mondiale.

Arrampicare sulle Dolomiti

La zona dove è situato il Garnì Cèsa dele Angele è un vero paradiso per gli scalatori che tutt'attorno troveranno numerose falesie nonché, al contempo, panorami di straordinaria bellezza di cui poter godere. Basti pensare che siamo a breve distanza dal passo Giau e dal passo Falzarego, dalle 5 torri e dalla Marmolada e dai monti Pelmo e Civetta dove esiste la possibilità di arrampicare. In inverno, inoltre, i più coraggiosi potranno cimentarsi con le scalate su ghiaccio sulle pareti dei vicini Serrai di Sottoguda.

Sport invernali

Colle Santa Lucia è luogo di vacanza anche per chi ama la neve e pratica gli sport invernali. Grazie alla sua posizione centrale, dal paese è possibile raggiungere in poco tempo il comprensorio dello Ski Civetta oppure quello del Sellaronda, rientranti in quel Dolomiti Superski che è il più grande carosello sciistico delle Alpi. Il giro del Sellaronda, invece, prevede 37 km di "sci ai piedi" distribuiti tra Arabba, Corvara, Selva di Val Gardena e Canazei. Il tour è molto panoramico e non presenta particolari difficoltà, adatto a tutta la famiglia. Anche lungo questo itinerario non mancano i rifugi, i ristori e i parchi gioco.
In particolare, lo Ski Civetta è caratterizzato da 80 km "sci ai piedi", 43 piste, 6 km di piste illuminate in notturna, 23 impianti, 3 snowpark, 2 boarder-cross, 1 big air bag, 50 km sci di fondo, 5 scuole sci, 3 parchi gioco, 20 tra rifugi e ristori dove gustare piatti tipici.
Inoltre il passo Giau, punto di partenza ideale per il collegamento con l'area sciistica del Lagazuoi - Cinque Torri, è inserito nel "Giro sciistico della Grande Guerra", originale alternativa al "Giro dei 4 passi". Dal passo Giau si raggiungono poi via via il Lagazuoi, l'Armentarola, San Cassiano, Corvara, Arabba, la Marmolada, Malga Ciapela, i Serrai di Sottoguda e Alleghe.

Trekking e Nordic Walking

Il Garnì Cèsa dele Angele è situato nei pressi di numerose piste che permettono di effettuare il nordic walking, uno sport emergente che consente di praticare attività fisica e nel contempo di godere della splendida vista delle montagne locali.

Rispetto alla normale camminata, questa richiede l’applicazione di una forza ai bastoni a ogni passo. Ciò implica l’uso dell’intero corpo (con maggiore intensità) e determina il coinvolgimento di gruppi muscolari del torace, dorsali, tricipiti, bicipiti, spalle, addominali e spinali, assente nella normale camminata. Il coinvolgimento forzato della muscolatura genera effetti superiori a quanto ottenibile con una normale camminata con gli stessi ritmi.